Ritenzione idrica

-- Posted: 21/05/2014 -- By: admin

Il termine “ritenzione idrica” viene utilizzato per indicare la tendenza a trattenere liquidi nell’organismo. Il ristagno di questi fluidi è generalmente superiore nelle zone predisposte all’accumulo di grasso (addome, cosce e glutei).Il segno principale della ritenzione idrica è l’edema, una condizione in cui l’accumulo di liquidi nei tessuti ne causa un anomalo rigonfiamento. A causa dell’alterata circolazione venosa e linfatica insieme a questi liquidi ristagnano anche numerose tossine che alterano un metabolismo cellulare già compromesso dal ridotto apporto di ossigeno e nutrienti. La ritenzione idrica è un disturbo piuttosto diffuso, che colpisce con diversa intensità milioni di persone, soprattutto donne (30 % della popolazione italiana femminile). All’origine del problema possono esistere gravi patologie come disfunzioni cardiache o renali, infiammazioni severe e reazioni allergiche. Spesso però il principale responsabile della ritenzione idrica è uno stile di vita sbagliato, la cui semplice correzione può apportare notevoli benefici.

Trattamenti correlati:

Il tuo nome (richiesta)

La tua e-mail (richiesta)

Telefono

La tua richiesta

* Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy.

Decreto Legislativo n° 196 del 30/06/2003. Sono informato che i dati da me forniti sono assolutamente confidenziali e trattati con la massima riservatezza. Su semplice richiesta scritta a info@studiolemuse.it potrò inoltre richiederne la rettifica o la cancellazione.