PRP (Platelet Rich Plasma)

La nuova frontiera nel ringiovanimento cutaneo e nella terapia dell’alopecia.

Il PRP o Plasma ricco di piastrine non utilizza alcun materiale estraneo al nostro organismo poiché viene sfruttata la capacità rigenerativa dei fattori di crescita presenti nel nostro stesso plasma. La procedura può sembrare complicata ma in realtà consiste in un semplice prelievo di sangue, nella sua centrifugazione immediata, nella successiva estrazione del solo plasma, un liquido giallo paglierino che viene iniettato con la tecnica del “picotage” negli strati più superficiali della cute e del cuoio capelluto.

Ossia il medico individua le zone di maggior lassità cutanea e le infiltra tramite minuscoli aghi in maniera disseminata cosi da ottenere il miglior risultato possibile. Idem per il cuoio capelluto dove si vanno a trattare le zone diradate per bloccare la caduta e rinforzare i capelli residui. Nel caso del ringiovanimento cutaneo la seduta viene effettuata ogni 3-4 mesi e gli effetti si vedono sia in parte immediatamente sia a distanza di tempo poiché la stimolazione dei fibroblasti, le cellule deputate alla produzione degli elementi del derma, ha i suoi tempi. Si trattano mani, decollete, collo, ginocchia, interno braccia e interno coscia. Nel caso della caduta dei capelli solitamente si effettua un ciclo di 6-7 sedute a distanza di tre settimana l’una dall’altra. Questo determina l’arresto della caduta e permette inoltre di preparare un terreno fertile ad un eventuale trapianto di capelli nonché al suo mantenimento negli anni.

Inestetismi correlati: